Cosa sono i termostati evoluti e quali sono i migliori?

COSA SONO I SISTEMI DI TERMOREGOLAZIONE EVOLUTI?

sistemi di termoregolazione evoluti permettono di godere di diversi vantaggi rispetto a quelli classici e, inoltre, grazie al bonus caldaie 2018 è possibile usufruire anche di una detrazione del 65%.

Termostati evoluti e sistema di termoregolazioni per installazione di caldaie a torino

Ma quali sono i sistemi di termoregolazione evoluti e in cosa consistono le principali differenze con i tradizionali termostati? Ecco un'utile guida.

 

Il termostato è un dispositivo che serve a risparmiare soldi in bolletta durante l'inverno. La sua utilità, infatti, consiste nel poter programmare il riscaldamento della nostra casa in modo da evitare inutili sprechi. Tuttavia, rispetto a quello tradizionale, il sistema di termoregolazione evoluto consente di usufruire di innumerevoli vantaggi perché si basa su un funzionamento "smart" (intelligente) che rende molto più agevole la programmazione e l'utilizzo di questo dispositivo. Uno dei vantaggi più evidenti dei cosiddetti termostati smart consiste nella programmazione del funzionamento della caldaia. In questo modo, infatti, anche le persone che si trovano spesso fuori casa possono regolare facilmente gli orari e le temperature che vorrebbero nella propria abitazione. Il termostato evoluto è consigliato anche dalle aziende del gas e, inoltre, permette di godere di un risparmio importante in bolletta grazie alla detrazione del 65%.

 

In particolare, ci sono modelli come Netatmo, V-Smart Vaillant e Lyric T6 Honeywell che risultano molto graditi ai consumatori. Questi termostati evoluti, infatti, si adattano facilmente a qualunque tipologia di caldaia (o quasi) e alle abitudini di chi effettua la programmazione memorizzando i momenti della giornata più adeguati all'accensione o allo spegnimento. Si tratta di un vantaggio da non sottovalutare. L'avanzata tecnologia di questi dispositivi consente di scegliere anche le fasce orarie in cui il termostato evoluto dovrà rilevare il clima dell'ambiente interno in cui si trova regolando quindi la temperatura adatta per una determinata situazione. Le fasce orarie, naturalmente, possono essere impostate di volta in volta o essere uguali per tutti i giorni.

 

Com'è ormai chiaro, gli aspetti positivi del termostato evoluto rispetto al sistema di termoregolazione tradizionale sono molteplici. La maggior necessità di comfort e la formazione di consumatori sempre più consapevoli ha infatti portato al miglioramento di questi dispositivi che, a differenza di quelli utilizzati frequentemente fino a pochi anni fa, prevedono le seguenti funzionalità con relativi vantaggi:

  • protocollo opentherm e controllo modulante della caldaia. A differenza di un normale termostato che accende e spegne la caldaia il termostato modulante dotato di tecnologia opentherm imposta anche la potenza della caldaia utilizzandola al massimo nei momenti di bisogno e tenendola al minimo quando la temperatura impostata si avvicina permettendo di utilizzare al meglio la tecnologia a condensazione della caldaia.
  • climatizzazione per zona: la climatizzazione della casa può essere differenziata anche in base alle varie zone dell'abitazione. Ogni ambiente, grazie al sistema di termoregolazione evoluto, potrà beneficiare di una climatizzazione propria a seconda delle esigenze e dei desideri di chi lo abita e frequenta;
  • temperature impostate automaticamente: come già accennato, il termostato evoluto permette di regolare in modo automatico la temperatura. A seconda dei ritmi e degli orari dei padroni di casa, sarà possibile impostare le varie temperature del dispositivo per fasce orarie o per giorni e così via;
  • controllo remoto: è una funzionalità importantissima. Grazie a queste caratteristiche, l'utente può modificare, controllare e gestire il funzionamento del dispositivo direttamente dal suo smartphone o tablet mediante un'app. Il controllo da remoto, quindi a distanza, rende più semplici molte operazioni che riguardano il termostato evoluto, tra cui figurano anche quelle concernenti la manutenzione;
  • controllo del generatore: un altro passo in avanti rispetto ai sistemi di termoregolazione tradizionali è rappresentato dalla capacità del generatore di adattarsi alla temperatura richiesta. Grazie a questa funzione, il generatore non va incontro a inefficienze e funziona solo quando è necessario. Si tratta di un sistema che valorizza e rende ancor più sicuri ed efficienti gli impianti alimentati da energia rinnovabile;
  • gestione unificata del dispositivo: infine, un altro vantaggio è portato dal fatto che è possibile utilizzare un solo impianto di termoregolazione evoluto per gestire e controllare sia le temperature che gli orari di programmazione di un pannello di controllo unico. I sistemi di termoregolazione evoluti sono definiti "smart" proprio perché consentono all'utente di raggiungere quei vantaggi che più desidera: il risparmio di energia e il conseguente risparmio economico.

A questi, come è stato appena illustrato, si aggiunge anche un importante risparmio di tempo che, considerati i frenetici ritmi della vita di ognuno, rappresenta un altro aspetto da valutare molto attentamente. Alcuni di questi termostati rilevano la posizione gps di chi vive in casa in modo da garantire la temperatura di comfort solo avvicinandosi a casa.

Grazie al comfort e all'efficienza di questi impianti, ognuno può garantire alla propria casa un adeguato sistema di riscaldamento o raffreddamento in modo confortevole e, appunto, "smart".

 

detrazione fiscale del 65% con i sistemi di termoregolazione

Scarica la guida dell'agenzia dell'entrate per le ristrutturazione edilizie
Consulta la guida dell'agenzia dell'enea per la detrazione del 65% relativa all'installazione di caldaie a condensazione con i termostati evoluti

 

Detrazione del 65% con il sistema di termoregolazione evoluto per la sostituzione di caldaie a condensazione:

 

Come già accennato, l'installazione di un sistema di termoregolazione evoluto comporta notevoli vantaggi anche economici. A partire dalla detrazione del 65% degli importi a carico dei contribuenti prevista nell'ambito della riqualificazione energetica degli edifici. La novità è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 29 dicembre 2017 con la legge n. 205 del 27 dicembre 2017. Si tratta della cosiddetta legge di bilancio 2018 che riguarda l'anno finanziario in corso e il triennio 2018-2020. La detrazione IRPEF interessa le unità immobiliari che vengono considerate singolarmente al 65% o al 50% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2018. Ecco quali sono i requisiti necessari per accedere alla detrazione fiscale del 65% prevista dalla legge di bilancio 2018:

Ecco, quindi, quali sono le classi energetiche che permettono di accedere alla detrazione fiscale del 65% degli importi a carico dei contribuenti:

  • Classe V: comprende il termostato ambiente modulante;
  • Classe VI: comprende la centralina climatica dotata di sonda ambiente;
  • Classe VIII: comprende la centralina climatica dotata di 3 o più sensori ambiente.

Inoltre, è indispensabile sapere che il Decreto 19/02/2017 prevede l'installazione obbligatoria delle valvole termostatiche a bassa inerzia termica. Bisogna però distinguere tra diverse tipologie di detrazioni.

Quelle fissate al 50%, infatti, comprendono anche gli interventi di ristrutturazione che non interessano l'efficienza energetica dell'edificio sono compatibili con l'installazione di climatizzatori e caldaie a condensazione e non necessitano di valvole termostatiche o sistemi di termoregolazione evoluti.

Gli interventi concernenti la riqualificazione energetica, come quelli che riguardano direttamente i sistemi di termoregolazione evoluti, hanno bisogno della compilazione della pratica Enea con detrazione fino al 65%. Le spese comprese in questa categoria di detrazioni fiscali sono:

  • sostituzione delle vecchie caldaie con le nuove a condensazione. A questa spesa si aggiungono quelle per l'installazione obbligatoria delle valvole termostatiche e tutte le altre uscite che sono collegate all'introduzione della nuova caldaia nell'edificio. Quindi, qualora si provvedesse a installare altri impianti contemporaneamente alla nuova caldaia, sarà possibile usufruire delle detrazioni fiscali, che saranno così ripartite: 65% per le caldaie classe A più valvole termostatiche e termoregolazione evoluta; 50% per caldaie classe A e valvole termostatiche;
  •  isolamento termico degli edifici, come: rifacimento delle coperture sui locali riscaldati, cappotto termico e altri interventi simili. Ma anche l'installazione di sistemi domotici per il controllo da remoto prevedono una detrazione fiscale del 65%, così come il passaggio ai micro-cogeneratori che permettano di raggiungere un risparmio minimo del 20% di energia primaria. Per tutti coloro che decidono di installare pompe di calore senza dismettere il vecchio impianto, la detrazione sarà pari al 50%.

 

quali sono i migliori termostati del 2018?

Quali sono i migliori termostati del 2018?

Nell'anno in cui è possibile usufruire di un'importante detrazione per i lavori di riqualificazione energetica, ecco alcuni dei migliori termostati del 2018 attualmente disponibili sul mercato. Tra questi c'è il termostato evoluto Netatmo che unisce in un solo apparecchio tutte le principali caratteristiche di un dispositivo smart. Dal controllo da remoto alla programmazione "intelligente" di orari e temperature. Ma non solo. Netatmo dispone anche delle comodissime funzioni Auto-Adapt e Auto-Care. La prima permette di utilizzare l'isolamento dell'abitazione e la temperatura esterna per programmare l'accensione del riscaldamento. La seconda avvisa in maniera tempestiva quando il dispositivo sta per scaricarsi.

Un altro ottimo termostato evoluto è V-Smart Vaillant, dotato di una tecnologia molto avanzata: grazie ad un'app disponibile sia per Android che per iOS permette di gestire la temperatura anche a distanza. Inoltre, si tratta di un termostato modulante Wi-Fi dotato di protocollo di comunicazione open-therm perfettamente controllabile mediante smartphone o tablet.

Marchiato Honeywell troviamo il Lyric T6 : un dispositivo smart molto facile da utilizzare e dotato di un design semplice e al contempo accattivante. L'ideale per diverse tipologie di arredamento.

Non poteva mancare il termostato di Google capace di abbinarsi a tanti altri accessori del colosso di internet. Il termostato di google si chiama Nest e la particolarità di questo termostato evoluto oltre ad essere sempre modulante è quella di programmarsi da solo apprendendo in autonomia le nostre abitudini quotidiane.


Scrivi commento

Commenti: 0