Caldaie: distanze minime da balconi e finestre dello scarico fumi

Distanze minime scarichi a parete dei fumi della caldaia da balconi e finestre

legge scarico a parete di caldaie e scaldabagno a gas per distanze minime da balconi e finestre normativa uni 7129 torino dei fumi nocivi prodotti dalla combustione di gas da riscaldamento

Se sul divieto di installazione degli scarichi a parete delle caldaie a condensazione o degli scaldabagno a gas la legge ha previsto delle deroghe in alcuni casi specifici, la normativa sul rispetto delle distanze minime non può e non dev'essere mai derogata. Infatti, il rispetto delle distanze imposto per legge è un elemento che non deve e non può mai essere tralasciato durante la progettazione o l'installazione di un impianto termico. Si tratta di una legge che regolamenta una condizione di buon senso molto semplice da capire: basti pensare ad un palazzo di 5 piani in cui ogni appartamento dispone di un proprio scarico a parete non regolamentato. Si viene a creare una condizione per la quale nessun inquilino può essere libero di aprire una finestra per arieggiare l'interno, oppure può accadere che il cortile o comunque l'area intorno al palazzo siano impraticabili, soprattutto da anziani e bambini, perché questi rischierebbero di essere investiti da una doccia di gas di scarico potenzialmente tossici e nocivi. Per questo motivo, la normativa UNI 7129 ha esplicitato tutte le misure e le distanze minime che è necessario mantenere per la progettazione degli scarichi a parete. Inutile negare che il disagio maggiore si prova quando lo scarico è nei pressi di una finestra o di un balcone, ossia le aperture verso l'esterno che mettono in comunicazione la casa col resto del mondo. Quando si ci ritrova di fronte una situazione in cui la canna fumaria condominiale non è a norma perchè vetusta e non sicura oppure quando non è stata prevista fin dall'anno di costruzione della casa, l'installazione di una nuova caldaia a condensazione obbligatoria per legge già dal 2014 ,consente di scaricare i fumi della combustione direttamente a parete rispettando i vincoli e le restrizioni della uni 7129/15 e naturalmente il regolamento condominiale.Tuttavia il condominio con l'assemblea condominiale e l'amministratore di condominio devono mettere in condizione il proprietario di casa di poter installare la caldaia per l'impianto di riscaldamento.Qualora l'assemblea di condominio non consenta di scaricare a parete i fumi incombusti della caldaia deve deliberare l'immediata messa a norma della canna fumaria esistente o il rifacimento di una nuova a norma ed omologata per caldaie a condensazione. 

 

distanze obbligatorie uni 7129/2015

disegno dei divieti di installazione dei terminali di scarico a parete delle caldaie a condensazione e degli scaldabagno a gas secondo la norma uni 7129/2015

Entrando maggiormente nello specifico della normativa, schematizzando le indicazioni fornite, per quanto riguarda balconi e finestre le distanze minime da rispettare sono:
- in quota A1, almeno 600 mm partendo dal limite inferiore della finestra;
- in quota A2, almeno 400 mm considerando le adiacenze della finestra;
- in quota D1, almeno 300 mm partendo dal limite inferiore del balcone;
- in quota D2, almeno 1000 mm considerando le adiacenze laterali del balcone.


Chiarificando le indicazioni fornite per quanto riguarda le distanze minime dai balconi, esiste una ulteriore specifica imposta dalla normativa UNI 7129, secondo la quale se il balcone da catasto è considerato praticabile, i terminali dello scarico devono essere progettati in modo tale che dal punto di sbocco dei fumi a quello del perimetro esterno del balcone, prendendo in considerazione anche l'altezza di un eventuale sistema di protezione (parapetto) dello stesso, non ci sia uno spazio inferiore ai 2000mm. 
Queste misure sono indispensabili per proteggere gli inquilini dall'inalazione di quantità eccessive di PDC, come vengono comunemente chiamati i fumi prodotti dalla combustione degli impianti termici. Lo scarico a parete è stato sempre osteggiato dalle Aziende Sanitarie Locali ma, come dimostrato, ci sono dei casi limite in cui non è materialmente possibile procedere con tipologie diverse di evacuazione dei fumi. Per questo motivo è stata stabilita una regolamentazione molto precisa e inderogabile.

tabella distanze minime del tubo dei fumi della caldaia per riscaldamento secondo la norma di legge

Scrivi commento

Commenti: 72
  • #1

    Marta (martedì, 27 febbraio 2018 21:37)

    Buongiorno devo sostituire la caldaia che si è rotta, la canna fumaria è condominiale e ci scarichiamo con tutte caldaie turbo. L'amministratore ci obbliga a sostituire la caldaia con una nuova di uguale tipo ma noi vorremmo metterne una a condensazione. Possiamo far installare la caldaia a condensazione nella canna fumaria esistente?

  • #2

    Idrocostruzioni (sabato, 10 marzo 2018 08:32)

    Buongiorno, non è più permesso installare caldaie turbo a camera stagna che peraltro sono oramai fuori produzione. La normativa impone di installare caldaie a condensazione e deroga lo scarico a parete qualora la sua canna fumaria non sia idonea ai fumi umidi. Naturalmente bisogna fare un esame approfondito in loco e verificare che le distanze minime da balconi e finestre vengano rispettate.

  • #3

    Matteo Zanetti (lunedì, 28 maggio 2018 17:53)

    Veramente esistono scaldabagni a condensazione sotto i 7kw?

  • #4

    Enzo (lunedì, 03 settembre 2018 18:33)

    In un condominio di nuova costruzione . il tubo di scarico di una caldaia di condensazione va in un muro del balcone che poi esce sulla facciata del condominio e su questo vi è applicata una griglia di areazione, su questa griglia hanno fatto passare proprio al centro un tubo del gas, è normale questa installazione?

  • #5

    Vincenzo (lunedì, 19 novembre 2018 16:24)

    Su una veranda il vicino ha montato un tubo di scarico di un impianto termico a condensazione a 40 cm dal muro di confine superando l'altezza del muro. È regolare?

  • #6

    Enzo (venerdì, 23 novembre 2018 10:08)

    Un vicino ha montato su una veranda un tubo di scarico di un impianto a condensazione a circa 50 cm dal confine e mt. 2,40 dal piano di calpestio. È a norma?

  • #7

    Maria (sabato, 29 dicembre 2018 21:37)

    È regolare che una caldaia a condensazione bagni il muro condominiale?

  • #8

    Maria simone (mercoledì, 09 gennaio 2019 18:11)

    Devo istallare caldaia a condensazione in condominio il mio appartamento è su due livelli la canna fumaria ha una ostruzione che non permette di essere intubata se non facendo opere murarie sulla facciata mi hanno con spigliato di fare uscire i fumi sulla facciata dove c è già la griglia di aspirazione della vecchia caldaia (che ho montato in cucina) posizionata a 3 metri da terra essendo io a piano terra e distante altri 2,50 m da una finestra piccola che è mia del piano sopra posso farlo???

  • #9

    guido (venerdì, 18 gennaio 2019 19:13)

    Buongiorno. Mia vicina in reparto caldaia messo caldaia condensazione con tubo scarico che esce da caldaia.. il fumo a volte arriva fino finestra a 4 mt. E a norma o deve fare uno scarico fino tetto grazie.

  • #10

    Roberto Meini (sabato, 19 gennaio 2019 10:27)

    Chiedo perchè la dove vi è la possibilità di andare a tetto le caldaie vengono istallate a parete,io ho lo scarico che invade il terrazzo e le distanze rispettate in parte ,i vapori di scarico danneggiano sempre non sono i venti centimetri in più che risolvono,le ultime quelle a condensazione sono più pericolose perchè le polveri più fini sono aspirabili con facilità,specialmente quelle sotto terrazzo,queste a contatto con il soffitto si raffreddano e calano creando danno al proprietario stesso.Per cui a tetto dove vi è la possibilità.

  • #11

    Domenico Barosso (giovedì, 07 marzo 2019 14:13)

    Vorrei mettere le tende avvolgibili sul balcone; Lo scarico del boiler va modificato e portato all'esterno o non è necessario?
    Anticipatamente ringrazio.
    D. Barosso

  • #12

    Luca (martedì, 16 aprile 2019 22:02)

    Sto ristrutturando una vecchia casa. Da quello che mi hanno detto le tubature esistenti non permettono lo scarico di una caldaia a doppia condensazione ma solo a camera aperta di tipo b come quella esistente, il problema è che non le producono più pertanto non saprei come fare , il condominio dovrebbe adeguare l'impianto, ma non è una cosa che è possibile fare a breve ma come faccio a stare senza caldaia? Sono obbligati a fare un intervento d'urgenza?

  • #13

    Q Fabrizio (venerdì, 26 aprile 2019 13:12)

    A me risulta che laddove, è possibile realizzare una canna fumaria e scaricare a tetto, vada realizzata. Attenzione, se il condominio ha le canne fumarie vecchie, e non è possibile usufruirne da parte di tutti, sta al condominio realizzare il camino. Non è una spesa solo per chi ne farà uso.

  • #14

    ivano (domenica, 12 maggio 2019 16:38)

    Salve potrei sapere se è legale avere sotto la finestra del bagno ad una distanza di 2 metri un tubo di scarico di una stufa a pellet posizionato in un locale posto al piano terra da un affittatario ed uno stesso tubo rivolto verso il balcone della mia cucina sempre alla stessa distanza posizionato dall'inquilino del piano superiore Faccio presente che quando le stufe a pellet sono in funzione la finestra del bagno e la porta del balcone non posso aprirle per il cattivo odore che emanano gli scarichi. Grazie infinite.

  • #15

    Veronica (domenica, 26 maggio 2019 23:36)

    Buonasera, sono proprietaria di un appartamento posto al piano secondo con annesso terrazzo al piano terzo. L'inquilino del piano primo vuole installare una stufa a pellet. Dice che deve scaricare a tetto. Ma x tetto si intende il terrazzo o il tortino? Premetto che il terrazzo è ad uso esclusivo mio, ora mi chiedo: come può arrivare a scaricare a tetto senza andare a toccare l'estetica e l'interno dello stabile,dato che non c'è una canna fumaria comune? Quant'è la distanza minima da rispettare? Grazie mille

  • #16

    anna maria D'Alessandro (sabato, 08 giugno 2019 23:08)

    ho una villetta a schiera e sotto di me ho un negozio che vuole mettere il tubo di scarico sulla facciata della mia casa...io sono obbligata a farlo mettere o gli si può chiedere di metterlo in modo da non deturpare la facciata di casa mia?
    grazie

  • #17

    walter Testai (martedì, 10 settembre 2019 10:25)

    liovicino di terrazzo ha installato a pareteuna caldaia a condrnsazione ed il tubo di scarico fuoriesce dalsottoterrazzo di oltre u metro Lo scarico non deve rimanere sotto balcone e non fuoriuscire?

  • #18

    Pierpaolo (mercoledì, 18 settembre 2019 21:02)

    Devo sostituire una caldaia e non o la canna fumaria collettiva posso scaricare esco un metro sotto il balcone del piano superiore

  • #19

    alf (venerdì, 27 settembre 2019 00:33)

    Ottimo articolo

  • #20

    MAH'D (domenica, 13 ottobre 2019 12:01)

    Buongiorno
    Il vicino di piano terra ha cambiato la caldaia, per una caldaia a condensazione, ha messo il tubo di scarico all'angolo attaccato al mio balcone dove apre il mio salone e cucina. Al punto morto di ventilazione(balcone aperto da due parte). Per me una cosa studiata bene per farci del male.
    Cosa mi dite

  • #21

    michele massari (mercoledì, 11 dicembre 2019 14:36)

    Buongiornoio abito in un condominio ed abito al terzo piano,il signore in questione abita al secondo piano, il qualle ha messo una caldaia a condensazione, preciso che da circa due mesi mi arriva il fumo in casa e precisamente dalla finestra della stanzetta di mio figlio che per'altro e anche asmatico e ha la dermatita atopica. cosa dovrebbe fare il signore deve portare lo scarico in casa o ci sono altre soluzioni.spero di una risposta veloce se possibile grazie.

  • #22

    cappellini roberto (sabato, 28 dicembre 2019 20:04)

    Il vicino dell'appartamento posto ultimo piano (ma rispetto al mio della palazzina adiacente e confinante con stessa parete) è di un piano inferiore ha messo caldaia a condensazione ma non può inserire lo scarico nella canna fumaria esistente in quanto le caldaie degli appartamenti sottostanti sono di vecchio tipo e per questo scarica direttamente all'esterno. I fumi entrano nelle finestre (quando aperte) del mio appartamento che si trova circa 3 metri al di sopra della terrazza del confinante (distanza da caldaia alla prima mia finestra circa 3 metri). Posso chiedere di far uscire i fumi con una canna fumaria che vada sopra il tetto ??
    Grazie

  • #23

    Antonio Esposito (mercoledì, 08 gennaio 2020 21:14)

    dopo aver sostituito la mia vecchia caldaia con una a condensazione con rendimento superiore al 97% e classe NOx 6 (come riportato sui documenti della caldaia, chaffoteaux inoa green eu 2 28kw) ho adottato lo scarico a parete come era previsto per la precedente caldaia, premettendo che abito al penultimo che lo scarico si trova quasi 1,5m sotto la soglia inferiore della sua finestra e non ci sono altre finestre vicine oltre quella della stanza dove è installata la caldaia, può il condomino obligarmi a metere una canna fumaria per lo scarico a tetto essendo lo stabile sprovvisto di canna fumaria preesistente?

  • #24

    Claudio (venerdì, 31 gennaio 2020 15:19)

    condensazione da un tubo a parte dal terzo piano chi deve intervenire ASL. ARPA o direttamente l'Amministratore?

  • #25

    Loredana (venerdì, 14 febbraio 2020 08:12)

    Buongiorno è regolare che sotto il.mio balcone hanno montato caldaia con tubo di scarico che fuoriesce di 50 cm ...mi assorbo tutto.il vapore non potendo più aprire le finestre e stendere la roba. Grazie

  • #26

    Loredana (venerdì, 14 febbraio 2020 08:13)

    Se per cortesia può rispondere....grazie

  • #27

    Monica (sabato, 15 febbraio 2020 11:44)

    Buongiorno a tutti.
    Dal balcone soprastante uno scarico gocciola condensa di impianto termico e nel tempo ha bruciato più piante in vaso e l'erba condominiale. Che si può fare?
    Grazie. Monica

  • #28

    Michael (martedì, 25 febbraio 2020 18:23)

    Buonasera, devo eseguire un progetto in un edificio in centro storico. Da progetto ho una veranda nel tetto a falde.
    Devo far salire gli impianti di scarico dei fumi della caldaia e degli sfiati della ventilazione meccanica di bagni ciechi ai piani inferiori.
    Mi hanno detto che la distanza minima di tali tubature è 5m dal profilo della veranda, ma non riesco a trovarla in nessuna normativa.
    Potreste aiutarmi?

  • #29

    Nicola (venerdì, 28 febbraio 2020 09:03)

    Buongiorno,
    dovrò installare a breve una nuova caldaia. Il mio vicino ha effettuato il lavoro installando il tubo di scarico con il finale a pochi cm dal bordo del soffitto del balcone superiore (sarebbe più semplice, se possibile, inviare una foto che descriverlo), mi chiedevo se rientra nella normativa oppure meno così da regolarmi per i lavori di muratura da fare.
    Grazie
    Nicola

  • #30

    Marino (mercoledì, 01 aprile 2020 15:01)

    Salve il mio vicino di casa ha installato una canna fumaria per l'evacuazione dei fumi del caminetto a legna che si trova al piano terra, io al piano primo ho un terrazzo e le fineste delle stanze che puntualmente si riempiono di fumo premetto che tra il camino e il mio terrazzo ci sono circa 2,5 metri e la sommità del camino è circa 1 metro sopra il parapetto del terrazzo come mi devo comportare, grazie

  • #31

    roberto (domenica, 12 aprile 2020 09:03)

    Cordiali saluti: è normale che sotto il mio balcone vogliano istallare lo scarico di una caldia di ultima generazione per la produzione dell acqa cada. Premetto che questo condominio è provvisto di una canna fumaria indipendente per ogni condomino.

  • #32

    Francesco (venerdì, 10 luglio 2020 20:03)

    Il mio vicino ha istallato una termostufa a pellet e lo scarico lo ha portato sotto al cornicione rivolto verso le mie finestre. La sua abitazione dista a 10 mt dalla mia. Visto che si tratta di polveri sottili non dovrebbe portarlo a tetto. È legale? C'è un articolo a cui posso appellarmi che parli chiaro di questo tipo di scarico?

  • #33

    Francesco (lunedì, 13 luglio 2020 11:58)

    Il mio vicino del piano di sopra vorrebbe forare il suo balcone e venire sotto da me. È regolare ho posso rifiutarsi? Grazie

  • #34

    paola (lunedì, 13 luglio 2020 15:08)

    il vicino al piano sottostante ha installato una caldaia con un tubo che fuoriesce di circa 1m e mezzo sotto la mia soletta del balcone. ha tolto i caloriferi (anche se il riscaldamento è centralizzato) pertanto la caldaia serve anche da riscaldamento. il fumo d'inverno invade il mio balcone, tanto che credevo inizialmente ci fosse un incendio. l'amministratore non fa nulla. cosa devo fare? morire per i suoi scarichi?

  • #35

    paola (lunedì, 13 luglio 2020 15:10)

    scusate però non vedo le risposte alle varie richieste?!?!? grazie

  • #36

    gimmy1957 (giovedì, 30 luglio 2020 12:59)

    non vedo le risposte alle varie richieste che procedura devo effettuare
    grazie

  • #37

    nuccio (giovedì, 27 agosto 2020 13:41)

    ma le risposte ?

  • #38

    magaec@aol.com (lunedì, 31 agosto 2020 20:41)

    come posso vedere le risposte a queste 38 domande ?
    Grazie mille.
    Paolo Giannattasio

  • #39

    Giovanni (lunedì, 21 settembre 2020 00:28)

    Vorrei chiedervi come posso gentilmente vedere le risposte alle domande poste.
    Grazie

  • #40

    Alfonso (martedì, 22 settembre 2020 15:09)

    Formulo la stessa domanda del sig. Giovanni #39. Grazie

  • #41

    Jessica (giovedì, 24 settembre 2020 10:08)

    Al piano sopra il mio hanno installato uno scadabagno con tubo di esalazione che scarica sul balcone del vicino, perchè uno dei tre lati del balcone è il muro della cucina dell'unità adiacente, si puo' fare? le esalazioni di questo scaldabagno si sentono in modo prepotente nel nostro appartamento al piano di sotto, abbiamo chiesto di allungare il tubo di esalazione al difuori della soletta del balcone, ma per risposta hanno cambiato solo il terminale del tubo , sostituendo un diffusore con una griglia, ovviamente si sente un po' meno ma quando usano lo scaldabagno l'aria è irrespirabile comunque.Probabilmente perchè le esalazioni salendo verso l'alto non hanno sfogo e trovando la soletta del balcone di sopra tornano giù. E' corretto chiedere almeno di prolungare il tubo sino al limite della facciata? ?

  • #42

    Corrado (lunedì, 12 ottobre 2020 20:12)

    Buonasera, c'è un valore minimo di lunghezza del tubo di scarico dalla facciata del condominio?
    Grazie

  • #43

    Michele (martedì, 13 ottobre 2020 05:38)

    Buona sera a tutti, sono un ragazzo che ha preso un appartamento in un condominio, dove non c'è una canna fumaria, dopo un anno che vivo qui ho pagato 2000 mila euro di spese condominiali, allora ho deciso di togliermi dai riscaldamento autonomo e di installare una caldaia a gas che mi scaldare be sia l'acqua che l'appartamento, i condomini non vogliono che metto nessun tipo di caldaie autonome per scaricare a parete, anche se dalle finestre e dai balconi ci sono 3 metri e 56 cm mettendola in camera e scaricando a parete, ora la domanda è ce la possibilità che mi facciano causa anche se la legge permette di farlo nelle regole??
    E cosa dovrei fare in caso se i condomini non vogliono e io sono al freddo a casa...
    C'è una legge che tutela il diritto di scegliere cosa pagare e cosa fare a casa propria.... Sono due anni che con atto per fare una canna fumaria collettiva con i sbuchi verso la finestra del bagno in modo che chi ha voglia di staccarsi può farlo a che perché io stando tanto via per lavoro quest'anno con tutti i lavori che hanno fatto per il riscaldamento autonomo mi sono trovato 3 fatture 1 e di ( 580)euro l'altra e di 800 e poi la chicca dio mi sono staccato l'anno scorso più meno a settembre certificato dal dirigente del comune, quindi il riscaldamento non celavevo mi è arrivata una fattura per il riscaldamento di 400 euro anche se non lo usato, questo è un poema ahahaha l'ultima domanda.
    Io posso contestare queste fatture per il semplice fatto che io non mi scaldo con il riscaldamento autonomo quindi i lavori che hanno fatto io per quale motivo devo pagarli se conoscete qualcuno che mi quo aiutare o consigliare vi chiedo di darmi una mano

  • #44

    Francesco (sabato, 28 novembre 2020 22:14)

    Salve chiedevo la distanza di una caldaia tipo vecchio sotto la finestra quanti metri , e lo scarico deve essere a tetto? Dalla sogliola della finestra ho limite inferiore

  • #45

    Oksana (sabato, 05 dicembre 2020 23:35)

    C'è nessuno? Risponde nessuno?

  • #46

    CELESTE (venerdì, 11 dicembre 2020 14:53)

    Buonasera,
    ho installato una caldaia a condensazione in sostituzione di una vecchia del 2007 a gas.
    Lo scarico è a parete nella miaproprietà di una casetta indipendente...nei confronti dei vicini quali sono gli obblighi che ho come distanze o altro?

  • #47

    Sandro (mercoledì, 16 dicembre 2020 17:28)

    Volevo una vostra opinione.
    A novembre un proprietario di un immobile confinante con il mio condominio ha installato sul muro di confine una canna fumaria che serve un immobile locato ad uso Palestra.
    La canna fumaria è stata installata sul muro di confine tra il mio condominio e il loro condominio. Su tale muro io ho un balcone che affaccia praticamente sulla canna fumaria, rendendomi una vista estremamente fumosa. Considerate che questa canna emette fumo per tutto il giorno.
    Prima di novembre io avevo una visuale libera.
    Dal mio balcone le canna dista circa 9 metri ed è veramente brutta da vedere e fa veramente schifo.
    Mi dicono che ci sono distanze da rispettare... il regolamento d'igiene dice che devono stare lontane in modo da non arrecare danni o molestie ad altri...
    Secondo Voi è una forma di molestia essere costretto a vedere questo schifo davanti al mio balcone? Prima dell'installazione io avevo una visuale libera, ora devo scorgere la strada attraverso il fumo... Vi sembra giusto?

  • #48

    Alessandro (sabato, 02 gennaio 2021 14:32)

    Buon giorno
    abito in una villetta a schiera e il vicino di casa ha messo una stufa a pellet facendo uscire il tibo di scarico fumi ad altezza di circa 1,8cm e quando l'accende il fumo arriva nel mio garage e nel bagno al piano terra.
    Vorrei sapere se è regolare o se avrebbe dovuto portarla sul tetto.
    Grazie buon giorno

  • #49

    Rosa (venerdì, 08 gennaio 2021 15:22)

    L'inquilino del piano inferiore ha un tubo di scarico dei fumi caldaia, sul balcone.
    Ha deciso di mettere una tavola di legno coprendo la mia griglia ed ha lasciato che il suo fumo entri sul mio balcone, a contatto con i miei panni stesi. È una cosa legale? Si può fare?

  • #50

    Antonietta (martedì, 12 gennaio 2021 18:28)

    Buonasera, abito in una villetta a schiera e il mio vicino di casa ha installato una stufa a pellet facendo uscire il tubo di scarico alla fine del suo balcone situato al secondo piano, adiacente al mio, con la conseguenza che sul mio balcone trovo sempre la fuliggine. Inoltre da un lato non posso più usare il balcone per far asciugare i panni e dall’altro aprire il balcone per far arieggiare la camera da letto onde evitare di far entrare la fuliggine dentro casa. Vorrei capire cosa devo chiedere e a chi per un avere sopralluogo e la verifica della corretta installazione. Serve un geometra? Occorre chiedere al comune? Quale è la normativa di riferimento? Grazie mille

  • #51

    Gabriele Sercia (mercoledì, 13 gennaio 2021 12:17)

    Buongiorno
    Potreste indicarmi a quale ente debbo rivolgermi per fare regolarizzare, ad un condomino, lo scarico dei fumi di scarico della caldaia che sono proprio sotto la mia finestra della camera da letto ?
    Grazie
    Gabriele Sercia
    malacologia@libero.it
    cell. 3897957662

  • #52

    Fabrizio (giovedì, 28 gennaio 2021 00:19)

    #52

  • #53

    Santa Di Franco (lunedì, 01 febbraio 2021 10:22)

    Se il vicino non rispetta in modo palese la normativa tecnica in materia di installazione della caldaia a condensazione a quale Ente bisogna rivolgersi prima di adire le vie legali?

  • #54

    pizzetti giuseppe (martedì, 02 febbraio 2021 16:18)

    potrei avere la risposta alla voce 21

  • #55

    Giudice Giovanni (lunedì, 22 febbraio 2021 09:28)

    Buongiorno, sto per trasferirmi in una casa nuova , la proprietaria sotto il mio balcone ha portato lo scarico di condenza al di fuori della sua veranda a pochi centimetri dal mio balcone ,quindi io stando fuori devo subire questi scarichi che invadono il balcone , dopo un sollecito bonario mi ha detto che essendo condensa non è tossica quindi non vuole spostare lo scarico , a cosa posso appellarmi per farlo spostare , e poi essendo una caldaia , la responsabilità è condominiale o privata ?

  • #56

    gisella (lunedì, 22 febbraio 2021 12:47)

    la mia e’ una palazzina a tre piani , io sono al secondo . ciascun appartamento ha su questo fronte solo un balcone. Io ho rinnovato l’appartamento e la mia nuova caldaia avrà lo scarico su questa parete. Per eessere a norma , a quanta distanza dovrà essere dai due altri balconi? Grazie

  • #57

    fabrizio.ghedini.fg@gmail.com (sabato, 27 febbraio 2021 07:46)

    Si Richiede risposta alla domanda n. #51

  • #58

    Cristina (sabato, 27 febbraio 2021 09:28)

    Buongiorno, ho la caldaia a condensazione e il tubo da dove fuoriesce vapore sporge fuori dal muro condominiale dietro dove si trovano i garage. Vorrei sapere se è a nor

  • #59

    Giuseppe (sabato, 27 febbraio 2021 20:05)

    Dalla mia finestra a distanza di 2,5 metri il condomino del piano sotto al mio ha uno scarico della caldaia a condensazione che esce molto vapore ...e arriva quasi dentro casa mia...dice che è vapore ma sto preoccupato.. può chiarirmi come comportarmi

  • #60

    Lino (martedì, 02 marzo 2021 16:25)

    #9

  • #61

    Maria (martedì, 02 marzo 2021 20:05)

    L’appartamento sotto il mio ha installata una caldaia a condensazione,sul mio balcone salgono i vapori e la puzza di gas se sono affacciata la sento,dicono non siano dannosi ma io li non stendo più i panni. Che distanza deve avere la canna fumaria dal mio balcone??? Abbiamo la ringhiera. Grazie

  • #62

    Mario (sabato, 06 marzo 2021 17:09)

    Tutte le domande poste dai lettori qui sopra hanno una risposta oppure manco le leggete?

  • #63

    massimo rossi (martedì, 09 marzo 2021 10:59)

    ho il vicino di sopra a me che ha allungato il tubo di scarico della caldaia in modo che scarica sul marciapiede del mio giardino privato. lo puo' fare?

  • #64

    gian (martedì, 16 marzo 2021 17:23)

    effettivamente, dite alle persone che vogliono una risposta che stanno perdendo solo tempo, per lo meno siete definiti piu seri.

  • #65

    SABRINA (martedì, 30 marzo 2021 12:54)

    Devo istallare caldaia a condensazione in condominio il mio appartamento è al piano terra e la canna fumaria singola ha una ostruzione che non permette di essere intubata posso fare uscire i fumi sulla facciata dove c è già la griglia di aspirazione della vecchia caldaia che si trova sotto il balcone del primo piano? Il condominio mi dice di no che devo risolvere il problema della mia canna fumaria,

  • #66

    gisella (mercoledì, 31 marzo 2021 19:50)

    abito al secondo piano il mio scarico a parete quanto deve essere distante dal balcone sovrastante del condomino del terzo piano?

  • #67

    PIER LUIGI RABAGLINO (venerdì, 02 aprile 2021 18:43)

    Il mio vicino di balcone sta istallando cucina nel suo appartamento appoggiandosi al suo muro, che poi da me è quello del mio salone. Il foro di uscita della cappa aspirante i fumi di cottura, si trova a meno di un metro dal muro, che non è a tutta altezza, e che divide i due balconi. Siamo in un condominio. Esiste una distanza di legge che lui deve osservare?
    Grazie.

  • #68

    ATTILIO (martedì, 13 aprile 2021 10:53)

    E' stata installata una canna fumaria di un ristorante cinese sul tetto condominiale di una palazzina di 2 piani. A quale distanza minima da finestre va posizionata? In verticale? In orizzontale?
    Grazie

  • #69

    Ale (martedì, 27 aprile 2021 22:32)

    Buonasera,qualche giorno fa l inquilino del piano inferiore ha istallato una caldaia a condensazione il cui terminale di scarico fiorisce dal suo terrazzo di ca. 10 cm . La domanda è a quale distanza deve essere istallata dal balcone sovrastante? qual è l ente compete per segnalare una eventuale violazione normativa?
    Grazie

  • #70

    Luigi (mercoledì, 12 maggio 2021 11:51)

    Buon giorno,ho un vicino che ha la caldaia nel bagno e lo scarico fumi da su un camminamento coperto aperto parziale solo sul davanti dove si accede agli appartamenti e dove si trovano anche finestra cucina e bagno per cui è di passaggio quando passiamo dobbiamo chiudere bocca e naso. E regolare?
    Grazie, al più presto una risposta

  • #71

    ALSOVINO (domenica, 23 maggio 2021 19:08)

    Voglio sostituire l'attuale caldaia con una a condensazione a basse emissioni di NOX, riesco a rispettare tutte le sistanze minime previste dalla norma UNI 7129/2015, posso emettere a parete considerato che la canna fumaria esistente è ramificata e condominiale e non idonea per lìemissione fumi di tale nuova caldaia ?
    Grazie,
    iw6dhr@libero.it

  • #72

    antonio (venerdì, 11 giugno 2021 17:53)

    Buonasera, vorrei sostituire una vecchia caldaia a stagno con scarico a parete dei fumi con una a condensazione utilizzando sempre lo scarico a parete e fattibile ??
    Premetto che l'appartamento è all'ultimo piano del condominio e il balcone di fronte dista all'incirca 2 metri e mezzo. Potreste darmi una risposta.
    Grazie mille.
    Antonio