prezzo CALDAIA RINNAI MIRAI 34 KW

Offerta preventivo Caldaia da esterno a condensazione Rinnai Mirai 34 kw con antigelo fino a -20 in promozione a Torino al miglior prezzo
PREZZO CALDAIA RINNAI A CONDENSAZIONE DA ESTERNO DA 34 KW A BASSO NOX A TORINO E PROVINCIA

   L'OFFERTA COMPRENDE: 

 

 

  • Sopralluogo gratuito di un nostro tecnico a casa vostra
  • Smontaggio e smaltimento della vecchia caldaia
  • Lavaggio chimico dell'impianto di riscaldamento
  • Fornitura e trasporto della Caldaia e collegamento alla canna esistente
  • Montaggio della nuova caldaia esclusivamente da un tecnico specializzato
  • Fornitura e posa di raccordi idraulici a norma
  • Fornitura e posa di un dosatore di polifosfati per la protezione della caldaia dal calcare
  • Prova di tenuta impianto gas secondo la uni  11137 e rilascio della dichiarazione di conformità
  • Analisi dei fumi e aggiornamento del nuovo libretto di impianto telematico


PREZZO MONTAGGIO E IVA INCLUSA EURO 2300,00

Download
SCARICA LA SCHEDA TECNICA
mirai scheda tecnica.pdf
Documento Adobe Acrobat 975.5 KB

preventivo caldaia rinnai mirai 34 kw a torino

PREZZO CALDAIA A CONDENSAZIONE RINNAI MIRAI DA 34 KW A TORINO CON PREVENTIVO E SOPRALLUOGO GRATUITO

Come gli scaldabagno della linea infinity, anche Mirai presenta un kit antigelo automatico di serie fino a -20°C ed è certificata IPX5D, caratteristiche che la rendono installabile anche all' esterno.  Il sistema fumario è sdoppiato ø80/80 e, grazie all’elevata prevalenza del ventilatore, è possibile raggiungere i 30 metri lineari sia di aspirazione che di scarico.

Da non sottovalutare è anche la sonda climatica integrata all’interno dell’apparecchio. Selezionando la funzione “auto”, mentre la sonda rileva la temperatura esterna e il sensore sul pannello comandi registra quella delle pareti domestiche, Mirai riceve entrambi gli input e, con la dovuta elaborazione elettronica, ne tiene conto per adeguare il proprio funzionamento ed operare in regolazione climatica a temperatura scorrevole, garantendo così il comfort desiderato e un basso impatto ambientale. Tutto questo senza più dover installare uno scomodo accessorio esterno.

Mirai è dotata di un apposito sifone interno che, addizionato di granulato accessorio, neutralizza l’acidità della condensa, consentendo di scaricare liberamente in qualsiasi condotto, che non subisce così alcun rischio di corrosione. È idonea per lavorare su impianti a vaso aperto ed ha un sistema di scambio termico ad ampia sezione di passaggio ottimizzato per facilitare le operazioni di pulizia.

CONTATTACI O VIENI A TROVARCI, IL SOPRALLUOGO E' GRATUITO.

FINANZIAMENTO FINDOMESTIC CON COMODE RATE A TASSO ZERO PER ACQUISTARE CALDAIE RINNAI MIRAI  34 KW TORINO AL MIGLIOR PREZZO CON IDROCOSTRUZIONI

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

DETRAZIONI FISCALI 2018, CALDAIE E CONDIZIONATORI COME FARLE

detrazione fiscale sui climatizzatori E CALDAIE del 50% e del 65% ANNO 2018

Quali sono le detrazioni fiscali per l’acquisto di condizionatori e caldaie  introdotte dalla Legge di Stabilità 2018? A chi si rivolgono? E quali sono i requisiti richiesti per poterne usufruire? 

leggi di più 18 Commenti

Scarico fumi a parete: quando è possibile?

Scarico fumi a parete: quando è possibile?

SCARICO DEI FUMI TORINO LEGGI CALDAIE A CONDENSAZIONE
leggi di più 0 Commenti

Cosa fare se il tubo caldaia del vicino dà fastidio

Cosa fare se il tubo caldaia del vicino dà fastidio

cosa fare se il tubo di scarico del vicino non è a norma  e come comportarsi sulla distanza minima tra balconi e finestre uni 7129 per caldaie a condensazione in condominio nella regione piemonte
leggi di più 0 Commenti

IL DEFANGATORE E'DAVVERO OBBLIGATORIO?

DEFANGATORE SI O DEFANGATORE NO?

leggi di più 15 Commenti

Perché installare un dosatore di polifosfati?

perche' installare un DOSATORE DI POLIFOSFATI?

INSTALLAZIONE DI DOSATORE DI POLIFOSFATI A TORINO

La normativa italiana è sempre più attenta alle esigenze di tutela ambientale e del territorio, pertanto sono frequenti gli interventi normativi che mirano a migliorare la gestione di questo aspetto anche e soprattutto nell'ottica di risparmio energetico. Con il decreto interministeriale del 26 giugno 2015, il lavoro congiunto del ministero dei trasporti e del ministero dell'ambiente ha modificato le linee guida specifiche per la certificazione energetica degli edifici, con particolare riferimento al trattamento delle acque negli impianti termici. Nello specifico, nelle nuove linee guide è stato imposto di utilizzare un dosatore di polifosfati sia nelle nuove installazioni e sia nelle operazioni di sostituzione caldaia. 
Secondo quanto disposto, a prescindere dalla potenza dell'impianto è necessario procedere con un condizionamento chimico delle acque. Il vantaggio dell'installazione di un dosatore di polifosfati è grandissimo, non solo per quanto riguarda una minore incidenza sull'inquinamento ma anche in riferimento al risparmio energetico che ne deriva, dal momento che aiuta a tenere pulita la caldaia dagli accumuli di calcare. Ma quando è necessario installare il dosatore di polifosfati e quando si effettua la sostituzione della caldaia?
Il boiler a gas, comunemente chiamato anche caldaietta, è un dispositivo utilizzato per il riscaldamento dell'acqua sanitaria. Non va confuso con la caldaia in senso stretto che, invece, svolge il duplice scopo di produzione dell'acqua calda sanitaria e di alimentazione dell'impianto di riscaldamento.  Le caldaie che dovrebbero essere sostituite il prima possibile sono quelle a camera aperta, in cui la fiamma brucia senza un adeguato sistema di protezione, come invece avviene nelle più moderne caldaie a camera stagna, che sono attualmente tra i modelli più diffusi. In qualsiasi modello di boiler a gas si distinguono due differenti circuiti: uno per il gas e uno idraulico. 
Il circuito idraulico del riscaldamento è collegato a uno scambiatore di calore primario e quello per l'acqua sanitaria a uno scambiatore secondario. Lo scambiatore secondario svolge anche un lavoro di scambio con il primario e con il flusso di acqua fredda che proviene dall'impianto idrico della rete primaria a cui il tutto è collegato. Molto spesso, questi sistemi si trovano a operare in condizioni particolari e disagiate, soprattutto quando viene attraversato da acque dure, ossia da acque di condotta con elevate quantità di calcare disciolto. A lungo andare, il calcare che si deposita lungo i canali dell'impianto tende a ostruire le vie di passaggio e a causare un danno al boiler a gas, oltre a richiedere un consumo energetico più elevato per il riscaldamento dell'acqua calda, dovuto alla maggiore quantità di impurità. La necessità di installare un dosatore di polifosfati nasce anche, e soprattutto, da questo. Nel momento in cui effettuiamo la sostituzione del dispositivo o procediamo con una nuova installazione ci impegniamo a inserire nell'impianto un dosatore di polifosfati Cillit Immuno 152.

leggi di più 25 Commenti